Curriculum

Dottor Francesco Facchinetti 

Specialista in Ortopedia e Traumatologia

Il dott. Francesco Facchinetti nasce nel 1975 in provincia di Bergamo. Si laurea presso l’Università degli Studi di Brescia in Medicina e Chirurgia nel 2003. Dopo aver conseguito l’abilitazione professionale, nel 2004 inizia a lavorare come medico assistente presso l’ U.O. di Ortopedia dell’ Istituto Clinico Humanitas Gavazzeni di Bergamo.

Nella prima parte della carriera l'interesse maggiore è concentrato in Medicina Sportiva, occupandosi elettivamente di traumatologia negli atleti di varie categorie e discipline, come ad esempio: il ciclismo dilettantistico, la pallanuoto e il calcio, per diverse società delle provincie di Bergamo e Brescia.

Nel maggio del 2004, aderendo ad un programma internazionale di ricerca ed apprendimento per giovani medici ortopedici, si trasferisce nel Regno Unito per partecipare a una fellowship di protesizzazione chirurgica dell'anca con particolare interesse agli esiti della displasia e lussazione congenita coxo-femorale.

Nel giugno del 2005 dopo l'esperienza londinese ritorna in Italia e frequenta il corso di fissazione esterna delle fratture dell’arto inferiore presso l’Azienda Ortofix di Verona.

Nel settembre del 2005, al termine di uno studio prospettico intrapreso nel 2000, quando ancora era studente universitario, presso l'Istituto Clinico Humanitas di Bergamo pubblica sulla autorevole rivista “Acta Orthopaedica Italica” uno studio monografico intitolato:”Il Trapianto Osteo-Cartilagineo a Mosaico nelle lesioni traumatiche di ginocchio: Sei anni di esperienza chirurgica”.

Nel 2006 accede in graduatoria utile, con concorso pubblico, alla Scuola di Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia dell’ Università degli Studi di Catania, direttore Prof. Giuseppe Sessa.

Durante il lungo ed articolato percorso formativo lavora presso l’ U.O. Clinicizzata di Ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale Maggiore di Modica (RG), occupandosi di Traumatologia e di Chirurgia Spinale sotto le direttive del Prof. Tullio Claudio Russo, docente universitario esperto di Chirurgia Vertebrale.

Fino al 2009 , sempre all’interno della Scuola di Specializzazione frequenta in itinere le seguenti U.O.: Ortopedia Generale e Protesica – responsabile Dr. Attilio Riva, Chirurgia della Spalla e Gomito – responsabile Dr. Alessandro Castagna (pioniere della chirurgia artroscopica di spalla, nonchè chirurgo di fama internazionale), Chirurgia della Mano e Chirurgia della Colonna, sempre presso la Clinica Humanitas Gavazzeni di Bergamo, Istituto di Ricovero e Cura di Elevata Specializzazione, apprendendo e perfezionando le più moderne tecniche di chirurgia protesica e di chirurgia mini-invasiva, ricostruttiva ed artroscopica articolare.

Nel 2010 si specializza con il massimo dei voti in Ortopedia e Traumatologia presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Catania, discutendo la tesi: “Moderne acquisizioni a confronto per il trattamento delle lesioni degenerative e traumatiche della cartilagine articolare di ginocchio”.

Da novembre del 2010 lavora presso l’ U.O. Ortopedia IV della Clinica S. Rocco di Ome – Franciacorta (Brescia): Istituto di ricovero e cura di rilievo nazionale, il cui responsabile è il Prof. Alfredo Savarese, Docente Universitario a contratto di Chirurgia Protesica dell’Università degli Studi di Pavia e Consigliere Nazionale dell' A.I.R (Associazione Italiana Riprotesizzazione).

Ad oggi, svolge quotidianamente interventi come Primo Chirurgo Operatore, interessandosi prettamente delle patologie riguardanti le grandi articolazioni, quindi della chirurgia Ricostruttiva Mini-Invasiva e Sostitutiva Protesica dell'Anca del Ginocchio e della Spalla e mantenendo anche vivace interesse per la Traumatologia Sportiva complessa.

Costante è l'apprendimento rivolto alle  più attuali metodiche operative e al progresso scientifico, sia in ambito bio-ingegneristico (strettamente implicato a questa disciplina per i materiali impiegati) sia alle metodiche chirurgiche più innovative (sempre in evoluzione e miglioramento).

L' attività ambulatoriale si distribuisce in Lombardia, nelle provincie di Bergamo e Brescia e, con frequenza mensile, in Sicilia nelle provincie di Ragusa, Siracusa, Catania e Palermo.